Si è tenuta lo scorso 5 gennaio a Borgo Egnazia “I 5 Grappoli di Puglia”, l’attesissima cerimonia di premiazione dei produttori pugliesi ritenuti da Bibenda 2020 tra “I Migliori Vini d’Italia”. Una grande festa che ha dato il giusto riconoscimento alle eccellenze della produzione enoica pugliese 2019.

L'evento è stato anche l'occasione per decretare i personaggi dell’anno per Fondazione Italiana Sommelier di Puglia. Tra i premiati il nostro direttore Vittoria Cisonno, insieme al senatore Dario Stefàno e alla signora Marisa Melpignano di Borgo Egnazia.

Queste le motivazioni: "Un esempio di concretezza, che negli anni, ha saputo creare l’interesse che oggi il mondo del vino in Puglia riscuote, facendo da tres d’union tra i produttori, le istituzioni, le associazioni e i consumatori finali. Ha saputo investire per prima sulla comunicazione delle eccellenze locali con professionalità, autorevolezza e forte senso di appartenenza alla sua regione, rappresentandola e promuovendola in giro per il mondo".


Sono stati invece 28 i "5 Grappoli" pugliesi premiati da Giuseppe Cupertino, presidente della Fondazione Italiana Sommelier Puglia. Incetta di attestati anche per le cantine socie del Movimento Turismo del Vino Puglia. Riconoscimento per Apollonio, Cantele, Due Palme, Carvinea, Cosimo Taurino, d'Araprì, Feudi di Guagnano, Leone De Castris, Produttori Vini Manduria, Rivera, Schola Sarmenti, Tormaresca, Trullo di Pezza, Varvaglione, Vallone.

LE MOTIVAZIONI