Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Itinerari

La Puglia dei vini ha innumerevoli aspetti da assaporare: vigneti assolati e fresche bottaie, moderne cantine cui si affiancano musei e antiche testimonianze di una tradizione che affonda le sue radici in un passato remoto.
La Puglia enologica ha anche numerosi volti, tutti da conoscere: quelli dei vignaioli che apriranno le porte delle proprie strutture per guidarvi alla scoperta del carattere unico dei vitigni autoctoni e nelle degustazioni dei vini che nascono nei diversi distretti vitivinicoli del territorio.

Ecco a voi alcuni itinerari per viaggiare nella Puglia del vino.


Partenza per San Severo (Fg), centro nevralgico di innovazione e valorizzazione della tradizione vinicola del territorio: la doc San Severo, nata nel 1968, è la più antica di Puglia. La città cela nel sottosuolo del centro storico un labirinto di cunicoli carsici che, per temperatura e umidità, hanno a lungo rappresentato il luogo ideale in cui allestire piccole cantine artigianali.

Partenza per Lucera (Fg). Visita al centro storico dal caldo stile romanico, dominato dall’imponente fortezza federiciana, e alle cantine del Cacc'e Mmitte di Lucera, per degustare i vini di una delle doc pugliesi maggiormente rivalutata di recente. Il nome dialettale (“Togli e metti”) farebbe pensare a un vino di pronta beva, cioè non destinato all’invecchiamento.

Partenza per Canosa di Puglia (Bt). Qui ha inizio il viaggio nel territorio dell'Alta Murgia, uno dei più antichi distretti vinicoli della Puglia, che custodisce tra le più belle cantine della regione, ben attrezzate anche per ricevere i turisti tutto l'anno.

Partenza per Barletta (Bt), dove troveremo ancora il Nero di Troia a dominare i vigneti circostanti mentre, pochi chilometri più a sud, sui lidi sabbiosi di Trani scopriremo la dolce eleganza del Moscato Reale.

Partenza per Mottola (Ta), detta “Spia dello Jonio” o “Balcone della Puglia meridionale” per la sua altitudine e la posizione privilegiata, che ci permettono di spaziare con lo sguardo dal Golfo di Taranto al verde delle montagne dell'alta Sila. Siamo nel regno del Primitivo, probabilmente il vitigno autoctono più famoso della regione, sicuramente uno dei portabandiera dell’enologia pugliese nel mondo.

Partenza per Ostuni (Br). Lungo la strada che da Fasano si inerpica verso la splendida Città Bianca potremo cogliere suggestivi paesaggi di ulivi secolari in cui sono immerse le tipiche masserie, antichi centri agricoli, alcune delle quali conservano ancora l'originaria funzione, affiancando un’intensa attività ricettiva di tipo agrituristico.

Partenza per San Pietro Vernotico (Br) per intraprendere un itinerario denso di strutture vitivinicole da scoprire.  Tutte diverse fra loro e con differenti storie da raccontare. Tutte accomunate da un unico vitigno, il Negroamaro, simbolo dell’enologia del territorio salentino.

Partenza per Novoli (Le). Il Negroamaro, presente in ben 47 tipologie delle Doc pugliesi, sarà la costante anche in questo itinerario che ci conduce alla scoperta di antichissime tradizioni legate alla vite e al vino.


Il versante orientale del tacco ha in serbo per noi numerosi altri incanti, per l’occhio come per il palato. Partendo da Lecce, capitale del Salento, si resterà conquistati dalla straordinaria eleganza del borgo, dalla sontuosità architettonica del rinomato barocco e dalla sensualità della pietra leccese.


Partenza per Leverano (Le), dove ha inizio questo itinerario. Il mare Jonio si vede già dall’alto della Torre quadrata del XIII secolo che si innalza nel centro storico, vedetta a difesa degli attacchi pirateschi.

Suggerimenti commerciali

PSR Puglia