Partenza per Gravina in Puglia (Ba) dove ha inizio il viaggio nelle terre dei bianchi di Puglia: dal territorio del Gravina Doc ai vigneti della Valle d’Itria delle Doc Locorotondo e Martina Franca.

La spiccata vocazione di queste zone vinicole per varietà come Greco, Malvasia bianca, Verdeca, Bianco di Alessano e Fiano nasce soprattutto dalle particolari condizioni climatiche che, grazie alle escursioni termiche fra giorno e notte, favoriscono la formazione di intensi profumi fruttati e floreali. Meno diffusi, ma altrettanto apprezzabili per le loro spiccate caratteristiche espressive, sono i rossi che nascono da vitigni come Nero di Troia e Primitivo.

Evidenti i segni lasciati dal passaggio delle acque nel circondario di Gravina, principalmente nelle grotte, alcune delle quali visitabili anche dai meno esperti, dove si sviluppò una fiorente civiltà rupestre da cui prese origine l’attuale abitato dedito soprattutto all’agricoltura. A pochi chilometri Altamura, con le sue preziose testimonianze di remotissima datazione: lo scheletro dell’“Uomo di Altamura”, vissuto fra i 200 e i 300mila anni fa, e il più grande giacimento al mondo di orme di dinosauri nella cava Pontrelli: almeno cinque specie diverse, erbivore e carnivore, che avrebbero abitato la zona ottanta milioni di anni fa. Di altissimo livello la tradizione panettiera: il Pane di Altamura è stato il primo prodotto da forno a ottenere il riconoscimento della Dop in Europa.

Il nostro viaggio all'insegna dei vini bianchi prosegue in direzione della Valle d’Itria, fra pascoli erbosi, ulivi, vigneti e piccoli, affascinanti centri storici. Alle porte della bianca cittadina circolare di Locorotondo ci accoglieranno ordinati filari di Fiano, Bianco d'Alessano e Verdeca. Patria del Locorotondo Doc, è tra i borghi più belli d’Italia, immerso in territorio assai ricercato dal turismo residenziale, ricco di trattorie e piccoli ristoranti tutti da scoprire.

A pochi chilometri, Martina Franca che dà il nome alla locale Doc che contempla l’utilizzo degli stessi vitigni Fiano, Bianco d’Alessano e Verdeca. Per ben tre secoli feudo dei nobili napoletani Caracciolo, la città offre un singolare connubio architettonico tra lo stile mediterraneo e un barocco sobrio. Martina, inoltre, è rinomata per il suo delizioso capocollo e per gli allevamenti del Cavallo MurgeseAttraverso un paesaggio collinare in cui sopravvivono le antiche tradizioni legate all'agricoltura, raggiungiamo, infine, Alberobello per ammirare i trulli, le caratteristiche costruzioni dai tetti conici in pietra, patrimonio dell’Unesco e simboli indiscussi della Valle d'Itria

 

LE CANTINE CONSORZIATE DEL TERRITORIO

 

Alberto Longo

Via Archimede, 24
70024 Gravina in Puglia (Ba)
Tel. +39 080 3265865
Fax +39 080 3269026
www.botromagno.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
GPS: 40.8218105,16.4441302

 

tagaro

Contrada Montetessa
70010 Locorotondo (BA)
Tel. +39 080 4316323
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.tagaro.it
GPS: 40.7541501,17.327185